PERTURBAZIONE TEMPORALESCA DI SABATO 4 NOVEMBRE 2017

In questa giornata, dopo molte settimane caratterizzate da una pressoché totale mancanza di pioggia sulla Liguria ma anche su di una buona fetta del nostro territorio nazionale, una modesta perturbazione trova strada verso il bacino centrale del Mediterraneo portandovi un cambiamento del tempo anche sulla nostra regione, la Liguria. A livello sinottico avremo la sovrapposizione di due distinte dinamiche una di tipo prefrontale ed una seconda legata al transito del Fronte Freddo.

 Zenastormchaser segue la dinamica prefrontale sin dai suoi esordi, fotografanfotografando una fotogenica convergenza tra lo Scirocco e la Tramontana scura già nel primo pomeriggio di sabato 4 novembre.
La fase acuta del prefrontale si è però manifestata soltanto dalle ore serali, laddove la attiva convergenza tra questi due venti si è fatta più aspra. L’intensificazione dello Scirocco ha spinto la linea di convergenza dai settori centro-orientali verso quelli centro-occidentali, concentrando nel cuore della notte tra sabato 4 e domenica 5 novembre, i massimi effetti nelle zone interne del voltrese.
Il temporale dalle caratteristiche autorigeneranti ha presentato un comportamento intermittente, sfogando la sua ira nella Val D’Orba, laddove alcune località hanno accumulato sino a 400 millimetri di pioggia in una manciata di ore. Fortunatamente mancanza di grossi centri abitati nella zona interessata dal fenomeno, ha scongiurato il peggio e non sono state segnalate situazioni di particolare criticità.
Nelle primissime ore del mattino la dinamica frontale si avvicina alla nostra regione, il muro di cumuli e cumulonembi lungo centinaia di chilometri ha creato una vera e propria Squall Line che raggiunge i settori centrali della Liguria poco prima dell’alba. Riusciamo a fotografare una impressionante tempesta di fulmini poco prima di essere raggiunti dalle intense precipitazioni.
 

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Potrebbe anche piacerti